Specchi

Artista: Vittorio Messina

Edizione: 3 edizioni da 30 esemplari l’una firmati e numerati.

Tecnica: Stampa serigrafica su specchio

Dimensioni: 30 x 45 cm

Prezzo: Specchio singolo 150,00€  /  Trittico 390,00€

Vittorio Messina inscrive, fino all’identificazione, un testo in uno specchio. Il testo è il racconto della lingua di Babele. La partecipazione della parola, in modo così intrinseco, alla riflessività di uno specchio è allegoria stessa della punizione babelica del linguaggio.

Babele insegna che babelico è aver voluto rispecchiare la realtà nella parola, togliendole la sua purezza di parola di puri nomi, come insegnava Benjamin.

Porre una scritta su uno specchio indica sottomettere la parola alla riflessione e associarla al mondo che vi si riflette sopra, il che equivale alla punizione divina della dispersione della lingua nel mondo. Il raddoppiarsi della realtà racchiude l’ironia della confusione della lingua, significa la perdita della sua unicità e la dispersione nella regione delle somiglianze. Pertanto ogni atto rispecchiante è un’azione punitiva che confonde la parola.

Gianni Garrera

 

A blog about Wordpress design, development , Software and inspiration http://themesharebd.blogspot.com

Continuando a navigare sul sito accetterai l'uso dei cookie. Approfondisci

Le impostazioni su questo sito sono impostate su "permetti cookie" per darti un esperienza di navigazione ottimale. Se continui ad utilizzare questo sito senza cambiare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" darai comunque il consenso a utlizzarli

Chiudi